Ugrás a tartalomra
Natural Feature

Valle d'Itria

20 helybéli ajánlja ·

Tippek a helyiektől

Angelo
Angelo
May 30, 2017
all the area is immerse in the nature
Fabrizio
Fabrizio
May 5, 2016
every season has wonderful colors
Lisa
Lisa
May 19, 2014
"Its a secret many visitors by-pass in their eagerness to consume the big-named attractions. Its different,extravagantly different from what you expect." - Shasha B., 2013
Cosimo
Cosimo
January 17, 2020
paesaggiio e gastronomia fantastica
Dora
Dora
September 16, 2019
UNICA NEL SUO GENERE

Valle d'Itria az Airbnb-élményprogramjain

Ismerd meg ezt az ikonikus látványosságot a helyiek által vezetett, kislétszámú Airbnb-élményprogramokon

A helyiek az alábbiakat is ajánlják

Pékség
“Il miglior posto dove bere e gustare stuzzichini tipici. Ottime le centrifughe di frutta. ”
  • 5 helybéli ajánlja
Place of Worship
“A pochi chilometri da Ostuni, nel Brindisino, sorge il santuario rupestre di san Biagio. La chiesetta è dedicata al patrono della città bianca, e il 3 febbraio, in occasione della festa i devoti fanno in visita al santuario a piedi o in mountain bike. A few kilometers from Ostuni, in the Brindisi area, there is the rock sanctuary of San Biagio. The church is dedicated to the patron saint of the white city, and on February 3, on the occasion of the festival, devotees visit the sanctuary on foot or by mountain bike.”
  • 2 helybéli ajánlja
Park
“Ideal for trees/plant lovers. More than 500 different fig tree varieties. Focus on old autoctone fruit tree varieties. The best place to buy dry figs and other home-made natural recipes.”
  • 2 helybéli ajánlja
Place of Worship
“La Cavalcata di Santo Oronzo Ogni anno il 25, 26 e 27 di agosto si svolge la Festa Patronale con la Cavalcata di Sant'Oronzo, evento in onore del santo protettore di Ostuni. La cavalcata di sant'Oronzo é la festa più attesa e importante di Ostuni. Ogni anno il 25, 26 e 27 di agosto, sono giorni dedicati al santo: un corteo di cavalli e cavalieri bardati a festa, sfila per le vie cittadine a scorta del protettore della città. Le origini della cavalcata erano incerte fino a pochi anni addietro. Si possono oggi far risalire, con buon margine di sicurezza, alla seconda metà del diciassettesimo secolo, precisamente al 1657. La peste invase il Salento risparmiando Ostuni ed altre città di Terra d'Otranto. Il miracolo venne attribuito a sant'Oronzo ed ogni 26 agosto gli ostunesi vollero recarsi in processione al santuario eretto in suo onore. Lì prelevavano la statua in cartapesta raffigurante il santo, e la portavano a spalla nella piazza del paese. Spesso gli addobbi sono tramandati di generazione in generazione così come i gesti e i piccoli indispensabili segreti. L'intero nucleo familiare si dedica alla vestizione, spesso aiutato da parenti e amici. Uno degli addobbi più importanti, é costituito dal bellissimo mantello arabescato con centinaia di paillettes applicate una ad una con certosina pazienza. La vestizione continua con finimenti e fregi di vario tipo e grandezza. Anche il cavaliere indossa l'uniforme costituita dal chepì e da una casacca che ricordano i motivi del mantello del cavallo e da pantaloni bianchi. La vestizione del cavaliere é anch'essa molto accurata e ricorda per certi aspetti, quella del torero. Gli ultimi dettagli, i guanti bianchi, il frustino ed ecco cavallo e cavaliere diventare un'unica entità. Il nostro cavaliere con la sua cavalcatura, si avvia come tutti gli altri, verso il punto di incontro, piazza Cattedrale, inerpicandosi lungo l'omonima salita. Una volta arrivati in piazza cattedrale, cavalli e cavalieri attendono che la statua di sant'Oronzo venga portata fuori dalla chiesa madre. Quando: 26 agosto Dove: Centro storico - Piazza della Libertà, Ostuni, Puglia”
  • 1 helybéli ajánlja
History Museum
“L’area archeologica di Egnazia dove durante l’Impero Romano sorgevano basiliche, piazze e strade, ora prende finalmente vita con ologrammi, app, realtà aumentata e con incontri di musica, teatro e rievocazioni.”
  • 23 helybéli ajánlja
Hely
Apulia, 74015